«Penati deve bloccare le nuove autostrade»

L’assessore Pietro Mezzi reclama il «mantenimento delle promesse» fatte dal presidente della Provincia, Filippo Penati, «agli elettori, agli amministratori locali e ai cittadini». Di che «promesse» parla? Semplice: «Penati deve ribadire un no netto e definitivo al progetto della nuova tangenziale est esterna perché è un autostrada sbagliata, dannosa e che non risolve i problemi della congestione del traffico locale».
Ma l’inquilino di Palazzo Isimbardi deve anche «vendere le azioni che la Provincia e la controllata Serravalle detengono nella società di progetto BreBeMi - rispettivamente il 2,19 e il 10 per cento - come segnale politico». Messaggio chiaro e univoco: la Provincia di Milano non deve offrire alcun contributo alla costruzione della rete infrastrutturale lombarda. Testimonianza definitiva delle scelte politiche sul tema fatte in campagna elettorale e che, adesso, Penati è chiamato a mantenere.
Occasione persa di partecipazione allo sviluppo, mentre BreBeMi smentisce di aver «siglato un piano congiunto con Anas e la Regione per produrre un riequilibrio economico-finanziario».