Penati fa lo sconto ma i pendolari lo hanno già da anni

«Anche attraverso quest’iniziativa di Milano Serravalle si sta componendo un mosaico per aiutare le famiglie in un momento di difficoltà». Filippo Penati annuncia così il contributo che la società autostradale - gestisce le Tangenziali di Milano - offre ai pendolari: uno sconto sui pedaggi del 25 per cento alle barriere di Agrate e di Sesto San Giovanni.
Offerta che sulla carta appare più che apprezzabile e che il presidente della Provincia spiega dettagliatamente: «A partire dal primo gennaio, Serravalle offrirà ai pendolari l’opportunità di attivare il servizio telepass family, il cui canone sarà gratuito per un anno, e consentirà di godere dello sconto del 25 per cento. Il risparmio calcolato, da un minimo di circa 110 a un massimo di 180 euro, consentirà quindi ai pendolari di destinare questa cifra ad altre spese». Naturalmente, non solo l’inquilino di Palazzo Isimbardi decanta la bontà di questa decisione ma pure Massimo Di Marco, ad di Serravalle: «Rinunciamo a introiti di circa 1,5 milioni di euro per aiutare i pendolari che viaggiano sulle nostre tangenziali. Operazione più che necessaria visto che c’è una flessione del pendolarismo pari all’1 per cento, dovuta alla situazione economica recessiva». Di Marco precisa poi che «Serravalle ha deciso di attivarsi pro-pendolari tenuto conto anche delle difficoltà dei trasporti dovute alla mancanza di un sistema di mezzi pubblici adeguati».
Insomma, Penati e i suoi boys si aspettano l’applauso per quest’atto di sostegno concreto dell’amministrazione di via Vivaio alle famiglie che arrivano con affanno alla fine del mese ma, sorpresa, invece dell’ovazione riceve lo spernacchio di Forza Italia. Motivo? «Lo sconto annunciato è quello già riservato ai pendolari e già attivo da anni per quanti sono abbonati al servizio telepass family». Sì, avete letto bene: «Ai pendolari che quotidianamente passano per la barriera di Agrate e di Sesto San Giovanni con installato a bordo della vettura l’apparecchio del telepass versione family hanno già lo sconto del 25 per cento» rivela Paolo Valentini, capogruppo regionale azzurro. «Sia ad Agrate che a Sesto San Giovanni è, infatti, possibile ottenere lo sconto del 25 per cento compilando un modulo distribuito e disponibile nei punti cortesia» spiega Valentini. Che, in una nota stampa, precisa pure l’ammontare in valore assoluto dello sconto al momento del pedaggio, «anziché pagare 1,60 euro oggi è già possibile pagare 1,20 euro». Quaranta centesimi di meno che, particolare, fanno cento euro di risparmio all’anno. Che aggiungere? «Quella di Penati è una bufala da campagna elettorale» chiosa Bruno Dapei, capogruppo Fi a Palazzo Isimbardi, mentre An invita il presidente Penati «a ridurre gli sprechi e le consulenze in Serravalle».