«Penati gioca coi soldi dei milanesi»

«Filippo Penati continua a giocare a monopoli e i milanesi a fare la coda in tangenziale». Non ha dubbi, Bruno Tabacci. E va all’attacco del presidente della Provincia che «gioca non con i soldi suoi ma con quelli dei cittadini». Nel mirino del capolista dell’Udc al consiglio comunale di Milano non c’è solo l’affaire Serravalle ma pure «la cessione della Provincia alla propria controllata Serravalle della quota detenuta dalla Provincia stessa in Serenissima».
Passaggio di un pacchetto azionario del cinque virgola quattro per cento in cambio di settanta milioni di euro, «pagati da Serravalle al suo azionista di riferimento a un prezzo di oltre il trentacinque per cento superiore a quello pagato soltanto pochi mesi orsono ad un altro acquirente per la stessa quota». E, continua l’esponente dell’Udc, a pagare il conto «sono i milanesi, quelli che già subiscono una decisione di Serravalle: il taglio dal proprio piano di investimenti degli interventi infrastrutturali per gli svincoli di Cascina Gobba e di Molino Dorino». Come dire: «Gli elettori in coda sulle tangenziali sanno chi ringraziare».