«Penati pagò la scalata di Gavio a Unipol»

«Una quota significativa della plusvalenza pagata da Filippo Penati a Marcellino Gavio per l’acquisto delle azioni di Serravalle è stata poi utilizzata dall’imprenditore per finanziare la scalata a Unipol». Gabriele Albertini accusa quindi il presidente della Provincia di aver offerto «denaro pubblico» a Gavio che «poi aiuta ancora quella componente politica che ha fatto questo passaggio per controllare una società finanziaria».
Denuncia che il sindaco fa «mettendo insieme gli elementi di conoscenza che danno un senso a quello che è avvenuto» e sperando che, «forse pure la magistratura penale potrà dire la sua». Risposta che l’amministrazione comunale attende anche dalla Corte dei Conti e dal Tar. Dove già pendono ricorsi sull’operazione finanziaria che ha permesso a Penati di «conquistare il controllo della società autostradale che però già possedeva col patto di sindacato firmato con il Comune di Milano». Nuovo attacco di Palazzo Marino che la Provincia commenta come «disperato e infamante».