Pennant ci prova Gerrard spreca Alonso gioca a metà

nostro inviato ad Atene

6 REINA. I cross di Oddo non lo impensieriscono mai. Sulla punizione di Pirlo sembra in ritardo, poi Inzaghi fa il resto.
5 FINNAN. Anonimo. E uno degli uomini dell’officina Benitez, ma sta in campo senza incidere (43’ st ARBELOA sv)
6 CARRAGHER. Con Gerrard è l’anima del Liverpool, nei primi dieci minuti mette la zampa due volte. Ed è di quelle pesanti. Non sbaglia un colpo. Poi si scioglie su Inzaghi.
5,5 AGGER. Decisivo contro il Chelsea, si divide con Carragher il ruolo di mastino su Inzaghi. E prova a fermare le incursioni di Kakà. Ma deve remare nel secondo tempo.
5 RIISE. Comincia come se Reina lo tenesse a guinzaglio, spinge poco, poi fa su e giù come una locomotiva. Tanta roba, ma in vetrina non ci arriva mai.
7 PENNANT. Fa quello che gli ha chiesto Benitez. Sul binario di Jankulowski trova gloria e due conclusioni che suonano la sveglia a Dida. Non si ferma mai.
6,5 ALONSO. Comincia da prima diga su Kakà, poi prende per mano il Liverpool. Signore di metà campo, fa girare la testa ad Ambrosini. E la palla come su un tappeto da biliardo. Ma solo un tempo.
6 MASCHERANO. Come Gattuso, cerca una battaglia che stenta a cominciare. Rompe gli argini del centrocampo rossonero, ma non trasforma mai in oro quello che trova.
5,5 ZENDEN. Autonomia limitata, dopo mezz’ora le pile si scaricano. Continua a correre ma per nessuno. Se ne accorge anche Benitez che lo toglie dopo un’ora. (15’ st KEWELL 5. Il pifferaio magico resta senza musica).
5 GERRARD. Dà di spalle a Dida, gioca d’appoggio a Kuyt, ma non serve. Prova a non essere banale, ma spreca una pepita d’oro tirando addosso a Dida al 18’ della ripresa.
5,5 KUYT. Sarà anche l’attaccante preferito da Benitez, ma da ieri sera lo è anche della difesa del Milan. Non tira in porta, prova a essere utile. Ci riesce regalando l’ultimo respiro - quello della speranza - ai Reds.
5 ALL.: BENITEZ. Il mago ha lasciato i trucchi a Istanbul, questa volta la rimonta, ancora più incredibile, non riesce.
7 ARBITRO FANDEL. Lascia giocare, ci impiega un po’ troppo a ammonire, ma quando lo fa non butta via il cartellino.