Penne «choc» e yo-yo luminescenti: dalla Cina 23mila oggetti irregolari

James Bond ne aveva una che sparava proiettili o, all’occorrenza, gas paralizzante. Una delle tante armi usate dallo 007 al servizio di Sua Maestà per tornare indenne da una missione. Le penne sequestrate dalla Guardia di Finanza di Civitavecchia a Commercity, il nuovo ingrosso di Ponte Galeria, provocavano «solamente» una forte scossa elettrica. Penne killer per cardiopatici e, comunque, abbastanza pericolose da essere considerate armi improprie. Non si sa bene a quale mercato fossero destinate, ma di certo c’è che i tremila pezzi scovati dai baschi verdi erano sbarcati nel porto di Civitavecchia. Fabbricazione? Cinese. Come gli altri 20mila giocattoli d’ogni tipo provenienti dal Sol levante, tutti fuori norma. «Sono privi del contrassegno a normativa Ce - spiega il maggiore Gianluca De Benedictis, comandante della Compagnia Civitavecchia -, dunque pericolosi. Siamo partiti da un monitoraggio costante del flusso di merci al porto di Civitavecchia. In particolare abbiamo puntato le indagini su una ditta d’import-export intestata a un quarantenne di origini orientali». Seguendo i grandi «pallet» stivati nelle navi da carico, gli uomini migliori delle Fiamme Gialle sono arrivati a un magazzino alla periferia nord di Fiumicino, lungo via Portuense. L'irruzione nei locali conferma i primi sospetti: telefonini colorati, palle «magiche», yo-yo luminescenti e altre diavolerie in grado di conquistare l’attenzione dei bambini erano tutti fuorilegge. Nessuno rispondeva alle norme studiate per garantire l’incolumità dei clienti. Fra questi le penne «choc», all’apparenza normali biro a scatto. Ma che in caso di necessità, premendo un pulsante, emettendo una forte scossa si sarebbero trasformate in armi micidiali, in grado di stendere un aggressore. Secondo gli inquirenti sarebbero state messe in vendita attraverso siti specializzati oppure smerciate, sottobanco, nelle armerie. Il proprietario della ditta, Y.J., 41 anni, è stato denunciato per violazione della legge sulla sicurezza dei giocattoli e per commercio non autorizzato di armi.