Pennisi, convalidato arresto. Urbanistica, ispezione sulle pratiche

Il giudice ha confermato l'arresto per il consigliere comunale arrestato mentre intescava una mazzetta. Intanto la giunta ha deciso di avviare un'ispezione su tutte le procedure approvate dalla commissione Urbanistica di cui Pennisi era presidente

Convalidato l’arresto di Milko Pennisi, l’ex presidente della commissione Urbanistica del Comune finito in manette giovedì scorso. Il gip Simone Luerti ha confermato l’ipotesi di reato, concussione, e disposto la custodia cautelare in carcere soprattutto per il pericolo di inquinamento delle prove dal momento che l’ex consigliere comunale avrebbe nascosto progressivamente diverse evidenze. Dopo l’episodio di corruzione, costato l’arresto al consigliere comunale di Milano Milko Pennisi la Giunta Moratti ha deciso di avviare un audit interno su tutte le procedure dell’edilizia privata in capo ai propri uffici. Ad annunciarlo è stato l’assessore all’Urbanistica Carlo Masseroli che ha già concordato le modalità di questa ispezione interna con il city manager Giuseppe Sala. “Sono certo - ha affermato Masseroli - che l’audit interno su tutte le procedure dell’edilizia privata darà conferma a quella trasparenza che io mi aspetto”. Nelle prossime ore passeranno dunque sotto la lente di ingrandimento degli ispettori comunali le pratiche e i permessi per costruire dello sportello edilizia e di tutti gli uffici competenti. Masseroli ha assicurato che l’avvio dell’audit non dovrà in alcun modo interferire con i tempi di approvazione del piano di governo del territorio, il nuovo piano regolatore da alcune settimane all’esame del consiglio comunale per l’adozione. “Credo fortemente nella riforma urbanistica che stiamo portando avanti - ha affermato Masseroli - e che tra gli altri obiettivi ha quello di rendere più snelli i processi amministrativi e di eliminare passaggi burocratici che, se arrivano nelle mani sbagliate, possono diventare strumenti di anomalie. Questa riforma deve fondarsi su radici salde: per questo è necessario avere certezza su tutte le procedure e tutti i comportamenti all’interno delle strutture comunali”.