Pensare a un futuro diverso migliorando la qualità della vita

Nella categoria «Smart communities» parteciperanno i progetti riguardanti il miglioramento della qualità della vita domestica e della comunità cui si appartiene. Ad esempio, l'architettura sostenibile e la domotica hanno aperto nuove frontiere alla gestione del proprio spazio casalingo, ma hanno posto anche nuovi problemi alla gestione del capitolo «energia». Alle nuove sfide si risponde con un incremento dell'utilizzo della tecnologia. Edison lo ha già fatto con «Energy Control», un transponder che applicato al contatore consente di monitorare i consumi sul proprio pc o sul cellulare. Un campo di ricerca che coinvolge anche i nuovi sensori e termostati «intelligenti». Ma i campi di applicazione su cui si gioca questa sfida sono numerosi: con le smart technologies (magari trasferite su un'app del proprio telefonino) si possono monitorare in tempo reale l'andamento del traffico in un centro urbano oppure lo stato della raccolta dei rifiuti. Una «rivoluzione» che può essere estesa, anzi condivisa, con il clouding, cioè con l'uso di server che rendono i dati fruibili da più utenti o da più dispositivi. Lo stesso discorso vale per i social media che possono contribuire all'adozione di comportamenti «energeticamente» responsabili. Il futuro comincia adesso.