Il pensatoio che non ama gli «ismi»

È il prototipo di tutte le Fondazioni. Ferdinando Adornato lo inventò nel 1995, mentre «Mani pulite» metteva sotto scacco la politica e i partiti

Continua il nostro viaggio, guidato da Giancarlo Perna, nei think tank d’Italia, quei serbatoi di idee che offrono ai partiti e agli uomini politici soluzioni e proposte per governare. Dopo Magna Carta, il secondo «pensatoio» che Il Giornale ha visitato per voi è Liberal, il primo think tank italiano fondato, nel 1995, da Ferdinando Adornado. Si tratta di una fondazione, che ha il suo organo di stampa nel quotidiano Liberal, e che si caratterizza per la capacità di sintetizzare e di amalgamare diverse correnti politiche e di pensiero, senza farsi imprigionare in schemi ideologici o nelle vecchie gabbie degli «ismi».