Pensionati in coda per farsi eleggere

Erano stati col centrodestra, poi, per poco, con il centrosinistra, e adesso di nuovo con il centrodestra. Ma questo poco importa, tanto che ora il partito dei Pensionati sia a destra, al centro o a sinistra non interessa più a nessuno: chi più chi meno, qualche pensionato in giro l'ha trovato. Ed ecco, a Genova e Provincia, «la città più anziana del mondo», dove i pensionati si sa, sono una risorsa (al momento soprattutto elettorale...) nascere giovanissimi pensionati. Basta aggiungere alla parola magica qualche lettera e il simbolo elettorale è presto fatto. Perché Carlo Fatuzzo, leader dei Pensionati dopo aver fatto vincere Prodi, è stato chiaro: quello che è sempre stato il partito dei Pensionati e basta, quello che lo ha eletto europarlamentare, quello con la scritta blu su sfondo bianco e quello che alle scorse politiche ha ottenuto a Genova 11mila voti e 334mila voti in tutta Italia (e al centrodestra ne sarebbero bastati 24mila per continuare a governare) appoggerà Enrico Musso e Renata Oliveri.
Immediate le contromisure. L'idea di sostenere il centrodestra, per esempio, non era piaciuta all'allora segretario regionale di tal partito, Giacomo Bertone (il quale, in quel periodo (...)