Pensionati: più accrediti che contanti

È aumentato negli ultimi anni il numero di pensionati della provincia di Genova che per ragioni di sicurezza o di comodità ha scelto di accreditare la pensione invece di ritirare i contanti allo sportello. Dei quasi 72 mila pensionati che riscuotono ogni mese la pensione negli uffici postali di Genova e provincia, oltre il 31% ha optato per farsi accreditare l'assegno su un libretto Postale o sul conto Bancoposta.
A indurre il recente mutamento - si legge in una nota - la comodità di uno strumento che permette di avere l'assegno disponibile fin dal primo giorno del mese, che evita le code nei giorni di pagamento ma soprattutto che garantisce la sicurezza. Il servizio di accredito della pensione è gratuito, la pensione è accreditata il primo giorno lavorativo del mese, (compreso il sabato) ed il denaro è sempre disponibile per poter essere ritirato quando si desidera. Inoltre, la pensione sul conto e sul libretto diventa remunerativa, fruttando interessi sin dal giorno dell'accredito. Inoltre, per i correntisti BancoPosta che accreditano la pensione c'è un vantaggio in più: un'assicurazione gratuita contro il furto di contante. La pensione prelevata presso gli uffici postali o gli sportelli automatici (sia postali sia bancari) è coperta, nelle due ore successive, da un'assicurazione gratuita contro il furto fino ad un massimo di 516,46 euro.