Pensionati uccisi in casa, al vaglio i conti correnti

Ancora avvolta nel mistero la morte di Antonio Campani, 81 anni, e della compagna, Azucena Moreno Laino, 78, uccisi nella loro casa di via Adige 25 a Vimercate. Porte e finestre erano intatte, dunque l’assassino aveva le chiavi o è stato aperto dalle vittime ma dopo il delitto non ha portato via nulla. Esclusa la rapina finita male, i carabinieri stanno cercando nella vita professionale dell’uomo, facoltoso ingegnere, passando al setaccio le sue società e i suoi conti corrente.