Pensionato geloso accoltella moglie

Gelosia. Ha provato a uccidere sua moglie sessantacinquenne perché non si sentiva più sicuro del suo amore. Poi è crollato, e ha chiamato i soccorsi, sconvolto per quello che aveva fatto, per aver accoltellato con due fendenti allo stomaco la moglie lasciandola moribonda a terra. Una mattinata di follia quella vissuta ieri in via San Bartolomeo del Fossato a Sampierdarena. Una mattinata raccontata poi nella compagnia dei carabinieri da Giovanni Perrillo, il pensionato di 67 anni che ora è sottoposto a fermo con l’accusa di tentato omicidio.
Tutto è avvenuto poco prima delle 8. E l’uomo, un ex operaio, era convinto di aver ucciso Giacomina De Ruo, 65 anni, con la quale aveva avuto una furibonda lite. Una discussione, l’ennesima, scatenata dalla gelosia dell’uomo, che alla fine ha afferrato un coltello da cucina e ha colpito due volte la moglie. Quando si è reso conto della gravità del fatto, Perrillo ha telefonato al 118 e ai carabinieri. I medici arrivati sul posto si sono entrati nell’appartamento si sono subito resi conto che la donna era molto grave e l’hanno trasferita al reparto di rianimazione dell’ospedale Villa Scassi. Le sue condizioni preoccupano i medici per la profondità delle ferite e per l’abbondante perdita di sangue. La donna è stata anche sottoposta a trasfusione.
Secondo quanto appurato dai carabinieri, Perrillo, dopo aver ucciso la moglie, aveva intenzione di suicidarsi. Avrebbe poi cambiato idea tornando in sé quando la donna è caduta a terra come morta. Il pensionato sarà ora ascoltato anche dal pm Biagio Mazzeo che coordina le indagini.