Pensionato soffocato in un albergo Caccia a due romeni

Una camera d'albergo al secondo piano di una palazzina color giallo ocra ad Ostia. È qui che la notte scorsa è stato ucciso Mario Carpineti di 72 anni, un pensionato romano, celibe. È morto per soffocamento, con un cuscino premuto sul volto, dopo una violenta lite. Il corpo senza vita è stato trovato soltanto ieri mattina dal personale delle pulizie. Una stanza a soqquadro e il cadavere semivestito sul letto con ancora quel cuscino sul viso. Mario Carpineti era arrivato in albergo l’altra sera. Non era solo: con lui, un uomo, sulla trentina, dell'est europeo. Si sono registrati e poi sono saliti nella camera. Più tardi li ha raggiunti un'altra persona, anche lui dell'est europeo. Da quel momento dei due stranieri però non ci sono tracce.