Pensioni Incontro tra Sacconi e Burlando

Incontro a Roma tra il ministro del Welfare Maurizio Sacconi e il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando. Sul tavolo due problemi che hanno fatto dibattere il consiglio regionale nelle scorse settimane entrambi riferiti a questioni pensionistiche. Da una parte il problema dei consortili, dall’altra le pensioni relative all’amianto. Il Governatore spiega di aver trovato in Sacconi «un ministro sensibile e attento ai problemi che sono stati sottoposti». «Ho portato al ministro- racconta Burlando - le posizioni della giunta e del consiglio regionale trovando Sacconi in completo accordo su alcuni aspetti illustrati nel nostro incontro». Il ministro ha chiesto alla Liguria tutta la documentazione riguardante il nuovo calcolo pensionistico che l’Inps ha fatto sui lavoratori portuali, «ci sono consortili che hanno avuto decurtazioni di pensione per i calcoli Inps diversi rispetti a quelli fatti dal consorzio del Porto e altri a cui è stato chiesto di restituire percentuali di vitalizi percepiti negli anni. È una situazione inaccettabile di cui era a conoscenza anche il vecchio Governo».
Per quanto concerne il problema amianto la situazione rimane complicata anche per le indagini in corso da parte della magistratura. «In particolare abbiamo discusso il caso delle 29 persone a cui è stata bloccata la pensione - prosegue il presidente della Regione -. Credo che il ministro possa intervenire direttamente per sbloccare la situazione e si è detto disponibile».