Pensioni, Padoa-Schioppa sale sullo scalone

Al ministro per l’Economia Tommaso Padoa-Schioppa le conclusioni del confronto governo-parti sociali che inizia giovedì prossimo sembrano non interessare. Basta leggere pagina 16 della Relazione unificata sull’economia e la finanza pubblica: conferma dello scalone previdenziale e revisione dei coefficienti di calcolo delle future pensioni. Le «norme sull’età di pensionamento» sono infatti proprio quelle che introducono lo «scalone previdenziale»: tutti a riposo con 60 anni (e non più con 57 anni) e con 35 anni di contributi. Insomma, per Padoa-Schioppa vale la riforma Tremonti-Maroni.