Pensioni, Renzi esulta. Ma è solo una mancia da 50 centesimi al giorno

Nel dl sulla rivalutazione degli assegni dal 2016 è previsto un aumento definitivo da 15 euro ogni mese per chi prende tre volte il minimo. I soldi arrivano da tesoretto e tagli ai ministeri

Matteo Renzi è didascalico quando illustra il decreto sulle pensioni. E spiega che grazie al nuovo sistema di indicizzazione - che scatterà nel 2016 - «chi oggi prende 1.700 euro di pensione riceverà una rivalutazione di 180 euro all'anno; cioè, 15 euro al mese».

Per semplificare ancora di più, si tratta di 50 centesimi al giorno.

L'esempio citato dal presidente del Consiglio è quello del pensionato che si è visto bloccare la rivalutazione a partire dal 2011: norma ora bocciata dalla Corte costituzionale. E si riferisce a chi percepisce un assegno pari a tre volte il minimo. Con il nuovo meccanismo messo in piedi dal governo, il pensionato in questione riceverà il primo agosto un «bonus Poletti» una tantum da 750 euro, a fronte di un mancato guadagno (legato al blocco delle rivalutazioni) pari quasi al doppio. Secondo esperti previdenziali, il pensionato in questione ha immolato - in nome del decreto Salva Italia di Monti - più di 1.300 euro. E dal 1° gennaio dal prossimo anno potrà beneficiare di un aumento dell'assegno di 50 centesimi al giorno.

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, giustifica l'operazione. «Se avessimo dovuto fronteggiare le conseguenze complete implicite alla sentenza - ricorda - il nostro deficit sarebbe salito al 3,6% del Pil. Saremmo entrati in procedura d'infrazione europea e non avremmo potuto beneficiare dei benefici connessi al piano di riforme». Vale a dire, uno sconto dello 0,4% del deficit di quest'anno.

Così, per rispondere alla Consulta, spiega Renzi, abbiamo utilizzato «quella meravigliosa parentesi rosa del Def: la differenza fra il 2,5 ed il 2,6% di deficit che voi - dice rivolto ai giornalisti - giudicavate inesistente».

Quello scarto dello 0,1%, il tesoretto per intenderci, vale 1,6 miliardi di euro. Che il governo fa, però, lievitare a 2 miliardi e 180 milioni. In base ai Trattati Ue (e non ai giornalisti), il tesoretto non esiste: ogni miglioramento del deficit deve andare a riduzione dell'indebitamento, dice il Patto di Stabilità.

Sarà interessante, poi, verificare quale soluzione tecnica è stata individuata per dare copertura al provvedimento: il testo del decreto ieri sera non era disponibile nella sua versione definitiva. Il Bilancio dello Stato non può aver contabilizzato il tesoretto dal 1,6 miliardi, che Palazzo Chigi fa salire a 2,18. Per un motivo molto semplice. L'emersione dello scarto fra deficit programmato e previsto per quest'anno è stato individuato nel Documento di finanza ed economia, che non ha forza di legge (tant'è che il Parlamento lo approva con una risoluzione).

Il decreto sulle pensioni, quindi, non può utilizzare quelle risorse per dare copertura finanziaria a una legge; almeno, fin quando quel tesoretto non entra nella contabilità pubblica. E ciò avverrà, presumibilmente, con il Bilancio di assestamento. Il cui passaggio in consiglio dei ministri è previsto per la seconda metà del mese prossimo. È assai probabile, quindi, che il governo abbia sperimentato una formula innovativa di finanza pubblica: i tagli orizzontali «a tempo». In attesa che venga approvato il Bilancio di assestamento, la copertura finanziaria al provvedimento dovrebbe arrivare da tagli nominali ai ministeri.

Diverso discorso per il miliardo individuato dal governo per rifinanziare la cassa integrazione in deroga. Le risorse vengono prese dal Jobs Act. Già legge e quindi inserito nella contabilità pubblica.

Commenti

gesmund@

Mar, 19/05/2015 - 08:35

I comunisti sono maestri nell'elargire queste mance, facendole figurare come graziosi regali mentre sono diritti. Regali sono invece gli 80 €. Tutto fa brodo per comprare voti.

abocca55

Mar, 19/05/2015 - 08:51

Questo non è uno stato di diritto. Ma una cosa che non ci è dato sapere: il ricalcolo sarà per tutti?

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 19/05/2015 - 08:55

renzuccio cicciobello, quale dittatorello da strapazzo hai vinto sulla pelle dei pensionati. Hai calpestato i loro diritti e nello stesso tempo hai aiutato i tuoti sodali che, come si legge dai giornali, ma non c'era bisogno di ciò, pur avendo fatto danni, pur non facendo un katzo nel parlamento, dopo aver versato quattro soldi percepiscono vitalizi da fantascenza. TI DEVI SOLO VERGOGNARE, UNITAMENTE A QUELLI CHE AL MOMENTO TI ASSECONDANO IN QUESTO GOVERNO ILLEGITTIMO. FAI UNA COSA ONESTA, DIMETTITI E GUADAGNERAI PUNTI QUALITA'.

linoalo1

Mar, 19/05/2015 - 09:04

In sintesi,questi Comunistacci al Potere continuano ad incularci!

Luigi Farinelli

Mar, 19/05/2015 - 09:09

"Il nostro deficit sarebbe salito al 3,6% del PIL" dice lo scagnozzo dell'EU Padoan per giustificare l'ennesimo ladrocinio di Stato. Il tutto quindi per stare in regola con la truffa del rapporto debito/PIL imposto dall'Europa dei banchieri massoni e quella dello spread! E mai nessuno a contestare che il vero debito di un sistema economico è la somma di 4 debiti: quello sovrano dello Stato (assistenzialismo), quello privato delle famiglie, e delle banche i quali, sommati fanno vedere che l'Italia sta molto meglio di molti altri Paesi europei maestrini con la puzza al naso, ESSENDO SECONDA, E DI POCO, SOLO ALLA GERMANIA. Ma queste cose non bisogna dirle. Ci aveva provato Berlusconi ed è stato buttato fuori da un colpo di Stato.

Carlo Ferrari

Mar, 19/05/2015 - 09:12

Ancora una volta ogni principio di diritto è violato per i cittadini, vige, al contrario, per la casta.

Luigi Farinelli

Mar, 19/05/2015 - 09:25

"Il nostro deficit sarebbe salito al 3,6% del PIL" dice lo scagnozzo dell'EU Padoan per giustificare l'ennesimo ladrocinio di Stato. Il tutto quindi per stare in regola con la truffa del rapporto debito/PIL imposto dall'Europa dei banchieri massoni e quella dello spread! E mai nessuno a contestare che il vero debito di un sistema economico è la somma di 4 debiti: quello sovrano dello Stato (assistenzialismo), quello privato delle famiglie, delle imprese e delle banche i quali, sommati fanno vedere che l'Italia sta molto meglio di molti altri Paesi europei maestrini con la puzza al naso, ESSENDO SECONDA, E DI POCO, SOLO ALLA GERMANIA. Ma queste cose non bisogna dirle. Ci aveva provato Berlusconi ed è stato buttato fuori da un colpo di Stato.

Ritratto di fluciano

fluciano

Mar, 19/05/2015 - 09:32

LADRI! Rubano i soldi ai pensionati e, non solo si esaltano, ma ci godono sopra. BASTA! Scendiamo sulle piazze per riavere quanto ci è stato tolto. Ma quello che è più sconcertante è che molti pensionati votano PD e poi piangono. Lacrime di coccodrillo. E' ora che qualcuno presenti il conto a Renzi & C. Basta una mozione di sfiducia al Senato e se ne torna a casa.

bosco43

Mar, 19/05/2015 - 09:36

Almeno non ci prendere in giro,anche l'ultimo della classe sa che irpef , tasse regionali, Comunali, IMU, Tarsu, Tasi, spese mediche , non fanno reddito,ma contribuiscono al lordo!!!

magnum357

Mar, 19/05/2015 - 10:00

Invito tutti i pensionati fino a 4000 lordi non considerati a fare in massa ricorso: il decreto renxie è nato di per sè incostituzionale perchè la Consulta ha stabilito l'esistenza di un diritto per gli anni di blocco dell'indicizzazione voluti da Monti !!

Duka

Mar, 19/05/2015 - 10:01

Il soggetto non è di quelli che si vergognano di fronte a nulla.

moshe

Mar, 19/05/2015 - 10:17

Ladro e buffone.

buri

Mar, 19/05/2015 - 10:20

per evitare il turpiloquio è meglio non commentare e lasciare che Renzi si presenti come il salvatore della patria, il guai è che comunque tra ingenui e Kompagni di pura fede c'è chi gli crede

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 19/05/2015 - 10:25

Gli Italiani, notoriamente, hanno la memoria corta...e , pertanto, su di un punto il Fregnaccia ha indiscutibilmente ragione. Quando afferma. "E' il colmo che chi ha contribuito all'approvazione della legge Fornero, ora si unisca al coro di chi ci critica". Tra questi non c'era, forse, anche chi ora sbraita contro i "comunisti"? Buon travaso di bile.

Lucky52

Mar, 19/05/2015 - 10:42

Mentre Renzi non rispetta le sentenze e fa un gesto da gran magnianimo omaggiando bontà sua una parte di pensionati con un sesto di quanto devono avere il governo impegna miliardi di euro per creare una banca pubblica che dia soldi alle varie banche per crediti non incassati. Quando gli elettori capiranno che votare il PD di Renzi è votare la grande finanza e non la sinistra?

Ritratto di rebecca

rebecca

Mar, 19/05/2015 - 10:44

magnum357 eccomi! pronto a firmare il ricorso a tutela dei miei diritti disattesi dal governo, ILLEGITTIMO , del giullare toscano al quale si è aggiunto il polletto.

MEFEL68

Mar, 19/05/2015 - 10:51

"Dobbiamo riparare gli errori degli altri". così dice il Biskero. Ma non ricorda, il suddetto Biskero, che gli altri sono quelli che il suo partito ha voluto e messo al governo. Regista Napolitano che, con una provvida nomina a senatore a vita di Monti, ha spianato la strada ai disegni del PD. Come non ricordare Bersani che brindava per strada per la caduta di Berlusconi e l'ascesa di Monti? Come non ricordare le enfatiche affermazioni come" Con questo governo l'Italia può tornare a testa alta in Europa e rioccupare quel posto che aveva perso". Ecco chi sono gli"altri". Gli altri sono Monti, Fornero, ecc., voluti e osannati dal PD che ora si accorge degli errori che quel governo ha fatto per seguire le diretive PD. Risulta anche a voi, infiltrati rossi?

unosolo

Mar, 19/05/2015 - 11:05

Ladri, per dare il dovuto ai pensionati tutti bastava decretare la fine della quota spettante ad ogni parlamentare per i portaborse , solo con quel piccolo emendamento o decreto sarebbe stato sufficente a regolare il furto , scemi , che non vogliono perdere un solo euro dei loro vizi , ladri ,sanno che rubano e ci prendono per il culto.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 19/05/2015 - 12:49

Non deve ESULTARE il GRULLO, ma noi Italiani. Qui ESCE un TESORETTO al GIORNO che ci tiene in Vita. Dobbiamo RINGRAZIARE questo BISCARO, che sa MOLTO BENE vendere, di avere una goccia al giorno per non MORIRE.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 19/05/2015 - 14:33

ridi ridi coglionazzo ridi ancora per poco.

Settimio.De.Lillo

Mar, 19/05/2015 - 18:29

Il nostro presidente del consiglio ci prende quotidianamente per i fondelli; costui è piu' furbo dei ladri di galline.e.....NOI LO PAGHIAMO PROFUMATAMENTE.