Pensioni, Sacconi: "Dialogo anche con la Cgil"

Per riformare le pensioni occorre il dialogo. Con tutti, anche con la Cgil. "Dico all’amico Guglielmo che in questo momento il Paese ha davvero bisogno di tutti" ha detto il minsitro del Welfare Maurizio Sacconi al congresso della Cisl

Roma - Per riformare le pensioni ci vuole il dialogo. Con tutti, anche con la Cgil. "Dico all’amico Guglielmo che in questo momento il Paese ha davvero bisogno di tutti". Lo ha detto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, concludendo il suo intervento al congresso della Cisl. "Chiedo anche alla Cgil - ha proseguito - di riflettere, di aprirsi, prima che al dialogo con il Governo al dialogo vero, pieno, compiuto. Al di là delle piccole aperture di stamattina, si apra al dialogo con le altre organizzazioni del lavoro". Sacconi ha aggiunto: "Come avrebbe detto quel filosofo, Catalano, è meglio avere organizzazioni sindacali unite nella modernità che nella conservazione. Noi ci ispiriamo al filosofo Catalano. Vogliamo davvero sperare di avere presto intese di modernità e di cambiamento con tutte le organizzazioni sindacali e dei datori di lavoro, perché - ha concluso Sacconi - in questo momento abbiamo bisogno di piena e compiuta coesione nazionale".

"Dialogo sociale" "E' un tema che va ovviamente rimesso al dialogo sociale, senza sorprese, senza creare in alcun modo un clima di incertezza". Lo ha detto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, a margine del congresso della Cisl. "Abbiamo detto - ha aggiunto - che siamo aperti a discutere dei modi con i quali verificare la sostenibilità del sistema rispetto da una parte all’andamento demografico e della ricchezza, dall’altra individuando i modi con cui garantire maggiore potere d’acquisto delle pensioni soprattutto quelle più basse. Soprattutto in tempo di crisi - ha concluso Sacconi - le persone che oggi sono prossime alla pensione devono essere garantite nella certezza di raggiungerla tanto più se in una condizione di disoccupazione e di non lavoro. Garantiamo che in un tempo di crisi le persone prossime alla pensione potranno tranquillamente raggiungerla".