Pensioni, scontro sull'età

Vicino l'accordo tra governo e sindacati sull'aumento delle pensioni minime. Si parla di circa 33 euro in più al mese, per 13 mensilità. Ma è ancora aperto il nodo dell'età dei pensionati che potranno beneficiare dell'aumento

Roma - Si avvicina il momento dell'accordo tra governo e sindacati. Solo sull'innalzamento delle pensioni basse, per ora. L’intesa potrebbe essere raggiunta già stasera, anche se resta aperto il nodo dell'età a cui dovrebbero scattare gli aumenti. Il governo vorrebbe erogare gli aumenti solo ai pensionati con almeno 65 anni, uniformando uomini e donne mentre i sindacati chiedono che gli aumenti scattino a 65 anni per gli uomini e a 60 per le donne, al momento quindi dell’età di vecchiaia. Secondo quanto hanno spiegato i sindacati in una pausa della riunione la platea dei beneficiari sarebbe di 3 milioni a cui si aggiungerebbero 300 mila pensionati sociali. L’aumento medio sarebbe di circa 33 euro al mese per 13 mensilità.