Pera: il Csm va contro la Costituzione

Il Consiglio superiore della magistratura compie azioni non coperte dalla Costituzione. L'affondo è di Marcello Pera. Un attacco esplicito: il Csm, dice Pera, si comporta come fosse la terza Camera. Il presidente del Senato parla anche di «palese interferenza con il Parlamento». Un problema che per Pera «esiste e sono molto stupito che la cosa preoccupa apparentemente solo due persone, me e il presidente della Camera». E Casini aggiunge: «Sulla riforma della giustizia abbiamo perso molte occasioni». Rognoni ribatte: «Dovere delle toghe dare un parere sulla riforma».