«Ma perché dovete tirare in ballo Preziosi?»

Caro Signor Lussana, leggo spesso e volentieri la rubrica il Derby dei tifosi che trovo divertente soprattutto quando a scrivere sono «quelli con quella strana maglia tutta colorata». Ora, leggendo la lettera della signora Alessandra Parodi, sorrido e penso: ma perché dovete sempre tirarci in ballo? Difenda il suo presidente il suo operato, i suoi «acquisti» tutto quello che ha fatto e farà ma:
1)Ci lasci stare perché dopo 10 anni di B e uno di C facciamo quasi 20000 persone (2000 e rotti paganti) al martedì sera col Novara (col Treviso eravate 1066 paganti, ah si ci sono i saldi in centro).
2) Lasci stare l’Ottavio Barbieri, i vostri ultras non hanno tirato un rubinetto come dice lei ma se non sbaglio hanno sradicato i bagni della sud, vi hanno squalificato il campo avete tirato arance a Pagliuca. Quindi come vede «ve n’è per l’asino e per chi lo mena».
3) Lasci stare Preziosi perché quando girava voce di un suo interessamento per voi sbaglio o venne esposto uno striscione nei distinti «Benvenuto Presidente... ritorneremo Preziosi», beh preziosi lo stavate per diventare davvero ma con un certo signor Pane (si ricorda?). Fatevi lo stadio, fatelo bello accogliente ma non troppo capiente, costruitelo lontano, vicino, in periferia, vicino a qualche raffineria però sbrigatevi e vi supplichiamo (so che siete di buon cuore) nel frattempo non fateci pagare la tassa per la rizollatura noi non vi abbiamo mai chiesto nulla per giocare nel «campu du Zena».