«Perché questa diversità nel trattare le due vicende?»

Gentilissimo signor Lussana, condivido quanto da lei espresso nei suoi articoli e rimpiango il calcio pulito a cui lei fa riferimento, ma sia io che lei siamo ben consapevoli che non esiste più. A questo punto pertanto non posso che pormi alcune domande: perché quando certe cose capitano al Genoa devono essere ingigantite ed occupare la prima pagina dei giornali locali, nazionali e dei Media?Perché i diretti interessati sono tenuti allo scuro delle prove nelle mani dei giudici ?
Perché a Genova un giudice che dovrebbe occuparsi principalmente d’altro da mesi teneva sotto controllo il Genoa ? Nell’interesse di chi vanno tutte queste situazioni? Io un’idea me la sono fatta, soprattutto confrontando quanto finora analizzato con il trattamento riservato ai cugini in occasione del calcio-scommesse dell’anno scorso anche a fronte di una sentenza di condanna.
Nessuna testata si è permessa di fare il can-can attuale, non vi siete permessi di esprimere giudizi in merito nemmeno dopo la sentenza, avete minimizzato tutto ed in ogni miniarticolo pubblicato mettevate in evidenza l’estraneità della Società proclamata dalla dirigenza.
È questa disparità di trattamento che fa male a noi Genoani. Sarà che la benzina costa cara?