Percorso a ostacoli, Fuori(dal)salone con i disabili

Al via il progetto Abilidisera, la guida dei locali accessibili

Una passeggiata collaudabile ovvero un percorso per testare gli ostacoli e le barriere architettoniche della città: è quanto propone lo studio di comunicazione Cromazoo, insieme all’associazione Micatantomovimento che lancia l’iniziativa «Abili di sera», in collaborazione con Esterni, che in questi giorni ha allestito il proprio quartier generale di Design pubblico nel parcheggio di Pagano.
L’appuntamento, cui hanno aderito già una cinquantina di persone, è per questa mattina alle 11 alla rotonda di via Bergognone, punto di partenza per un percorso nel cuore di zona Tortona, tra via Solari, via Tortona, Porta Genova. Persone disabili, donne incinte, anziani, persone con problemi di deambulazione, mamme con passeggini, andranno a zonzo per il quartiere per svolgere un’inchiesta sul campo: documentare tutti gli ostacoli che la via del design frappone tra sé e le persone con difficoltà motorie. Ogni ostacolo incontrato durante il percorso sarà contrassegnato da un palloncino blu, in modo da renderlo evidente a tutti, mentre lo staff di Esterni si occuperà di girare un video e scattare fotografie. Alle 14 invece tutti al cantiere di Esterni in Pagano per visionare il materiale raccolto e aprire un dibattito con Finn Petren, Pete Kercher, Avril Accolla e Luigi Bandini Buti dell’associazione Design for All. «Il nostro obiettivo - spiega Andrea De Andrea di Cromazoo - è sensibilizzare la cittadinanza sul problema della disabilità: bando ai pietismi e al compatimento, innanzitutto - i disabili sono persone normali, dotate, anzi di un carattere più forte, che hanno voglia di uscire, divertirsi, andare fuori a cena, al cinema, condurre, insomma, una vita normale. Se devono spostarsi - continua De Andrea - non sono in grado di calcolare i tempi: se il montacarichi della metropolitana è rotto, per esempio, bisognerà cambiare percorso. Proprio per questo stiamo lavorando a una guida della Milano accessibile, fatta dai disabili per i disabili, con le segnalazioni di ristoranti, locali, pub con le indicazioni delle barriere architettoniche».