Perdite da derivati su azioni Edison

Delmi

Delmi, holding controllata al 51% dalla multiutility lombarda A2A e azionista di Edison attraverso Transalpina di energia (di cui detiene il 50%), ha scommesso con titoli derivati sulle azioni della partecipata. Secondo quanto risulta all’agenzia Radiocor, la finanziaria ha sottoscritto due operazioni su 17 milioni circa di azioni Edison. Al 31 dicembre 2007 la valutazione netta delle due operazioni era negativa per 3 milioni. Da quella data il titolo ha perso oltre il 35% scendendo a 1,44 euro, ben al di sotto dei prezzi a cui sono stati sottoscritti i due contratti: 1,72 euro l’equity swap e 1,635 euro il forward flessibile. Le operazioni sui titoli Edison sottoscritte da Delmi scadono a novembre 2008.