Perdono il posto 13.500 dipendenti Salari congelati

L’americana Alcoa, terzo produttore di alluminio al mondo, taglia 13.500 posti di lavoro, cioè il 13% dei propri occupati. La cura d’urto rientra nel più vasto piano di riorganizzazione svelato in novembre da Alcoa che è anche tra i principali fornitori della Ferrari. Oltre al taglio di 13.500 dipendenti, il colosso Usa chiuderà 1.700 contratti interinali e congelerà salari e assunzioni. La società inoltre ridurrà del 50% nel 2009 le spese di capitale e cederà alcune delle proprie attività in Europa che hanno registrato lo scorso anno perdite per 105 milioni di dollari su un giro d’affari di 1,8 miliardi. Possibili tagli in vista anche per Ibm dove, secondo Alliance, sarebbero a rischio 16mila posti.