Peres: lotta ai Quattro del terrore

Gerusalemme. «Dobbiamo serrare i ranghi e continuare la battaglia contro il quartetto del terrore, Iran, Siria, Hamas e Hezbollah», ha detto ieri il vicepremier israeliano e Premio Nobel per la Pace Shimon Peres. Parlando alla riunione dei ministri di Kadima, Peres ha esortato all’unità del Paese: «Per lo Stato di Israele è proibito cadere in una guerra interna tra ebrei» e ha affermato che l’Onu si deve impegnare perché siano rilasciati «immediatamente» i due soldati israeliani rapiti dal Partito di Dio il 12 luglio scorso. Peres ha inoltre dichiarato che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha il dovere di premere sul governo libanese e su Hezbollah perché la risoluzione 1701 venga pienamente applicata.