Pericu insiste: area blu alla Foce

La «BluArea», cioè il contestatissimo piano della sosta adottato dalla giunta Pericu in città, prosegue anche alla Foce secondo «il programma stabilito», nonostante i ricorsi al giudice di pace abbiano dato ragione agli abitanti. Lo dice, in un comunicato, l'Azienda mobilità e infrastrutture (Ami) di Genova.
Da mercoledì scorso sono infatti cominciati in zona i preparativi per l'avvio della sperimentazione con i parcheggi ridipinti di blu a pagamento anche per i residenti. Chi abita nella sottozona A, compresa fra viale Brigate Bisagno, via Pisacane, piazza Tommaseo, via Montevideo, via Tolemaide e via Duca d'Aosta, nelle giornate di mercoledì e giovedì scorso ha ricevuto per posta la modulistica necessaria per ottenere il contrassegno di sosta. «I ricorsi presentati da cittadini e comitato non sono stati ancora notificati - spiegano all'Ami - non appena perverranno tali atti, si verificherà con attenzione i contenuti delle contestazioni e ci si attiverà per poter rispondere in modo adeguato, consapevoli che il piano è stato predisposto valutando attentamente sia le finalità sia le modalità di applicazione e comunque nell'interesse della città ed in analogia con iniziative similari italiane ed europee».
Il prezzo del contrassegno di sosta, anche alla Foce, è di venticinque euro per le seguenti categorie: auto aziendali, in leasing, in prestito a lunga durata o comodato d'uso (purché si tratti di prime auto), comproprietà con il coniuge in regime di comunione dei beni. Pagano la stessa cifra anche i domiciliati, non residenti nel comune di Genova, che siano iscritti allo schedario della popolazione temporanea oppure siano intestatari di un contratto di locazione per un alloggio compreso nelle zone interessate.
Il piano operativo alla Foce sarà attivato non appena saranno portate in attuazione tutte le condizioni previste e già concordate con il comitato di monitoraggio: nuova zona di sosta in piazzale Kennedy, sistemazione della parte terminale di via Casaregis, individuazione e tracciatura dei posti moto, sistemazione dei parcometri, organizzazione capillare della rete di vendita (gratta-sosta e voucher) e del personale di controllo.
I residenti saranno informati del loro turno per la presentazione dei moduli con locandine affisse ad ogni singolo portone. Sarà possibile consegnare la documentazione presso gli uffici Aci in viale Brigate Partigiane 1 (gli sportelli Blu Area sono aperti al pubblico dal lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 17.30) oppure al personale dell'Info Point mobile. L'Info Point mobile, un autobus Amt, fino al 16 novembre sosta in piazza Tommaseo ed è in servizio dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì.