Pericu: «Troppi farisei sulla moschea»

La nuova moschea continua a creare imbarazzi. Dopo il comunicato dei Frati Francescani, è toccato ieri al sindaco di Genova, Giuseppe Pericu, intervenire sul caso e replicare al parroco don Valentino Porcile, che aveva accusato il primo cittadino di mantenere un atteggiamento da Ponzio Pilato sulla questione della moschea che dovrebbe essere costruita nel ponente genovese. «Il paragone non è azzeccato: per fortuna non vedo nessuno che sta per essere crocifisso», ha ironizzato il sindaco. Continuando nella metafora evangelica, Pericu ha aggiunto: «Vedo però in giro molti farisei», lasciando intendere che il comportamento di molti protagonisti della vicenda, compresi forse gli stessi sacerdoti, non gli è piaciuto.
Il primo cittadino genovese si è poi detto totalmente d’accordo con l’opinione espressa dall’arcivescovo di Genova Bagnasco, che ha giudicato positiva l’ipotesi di un accordo tra i Frati Francescani e la Comunità musulmana per la costruzione della moschea. «La mia posizione ricalca quella espressa dall’arcivescovo - ha concluso il sindaco -. Credo che il dialogo sia il miglior modo per affrontare la questione della moschea così come altre».