In periferia nasceranno 4.200 case a piccoli prezzi

Il Comune realizzerà 4.200 nuovi appartamenti in periferia grazie a 17 progetti decisi dall’amministrazione Albertini e il cui iter è stato rimesso in moto dall’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli. Il tutto per una superficie di oltre 50mila mq. Il 45 per cento delle nuove edificazioni in regime di edilizia convenzionata con prezzi calmierati del 30 per cento (prezzo medio 2.341 euro). «Importanti iniziative – spiega Masseroli – per raggiungere l’obiettivo di realizzare 45mila nuovi alloggi». Nei singoli quartieri è inoltre prevista la realizzazione di importanti servizi di interesse pubblico individuati. Si tratta di asili nido (Pii Maestri Campionesi, Calchi Taeggi, Pl Olgettina), del recupero di antichi complessi cascinali per funzioni pubbliche (Cascina Linterno in via Calchi Taeggi, Cascina Cassinazza in via Parri), di ampi spazi a verde di interesse locale (presenti in tutti i piani) e di interesse non solo locale (Pru Palizzi, Villa Litta ad Affori, Parco dei Fontanili), di significative aree di interesse archeologico (Arena Romana nell’ambito del Pii di via Maestri Campionesi), di residenze universitarie (Pii Lorenzini, Pl Cosenz alla Bovisa), di residenze per anziani (Calchi Taeggi) e di servizi di tipo socio-assistenziale concordati con gli uffici comunali competenti e con gli organismi di Zona. «L’obiettivo - spiega Masseroli -, è di portare il prezzo delle case a 1.800/2.000 euro al mq. Attraverso un accordo tra pubblico e privato creeremo mix abitativi sfruttando aree comunali e demaniali. Il percorso di housing sociale che vogliamo intraprendere parte anche da qui – ha concluso Masseroli – perché un maggior numero di case in affitto a prezzi calmierati permette, soprattutto ai giovani, di poter iniziare a investire nel proprio futuro».