Periferie in rivolta: no a nuovi ghetti

Marcello Viaggio

Striscioni e slogan urlati al megafono. Migliaia di cittadini in strada, uomini, donne, anziani, giovanissimi. Corre da un capo all’altro di Roma la protesta contro Veltroni. Ieri pomeriggio il corteo dei comitati di quartiere Maglianella, Montespaccato, Mazzalupo e Casalotti, è sfilato lungo via Boccea per dire no al temuto trasferimento di 2mila extracomunitari dall’inferno del Residence Bravetta al convento dei Padri Irlandesi in via della Maglianella. A partecipare alla manifestazione 1.500 persone, forse 2mila con le ultime code. Una grande protesta di massa nella estrema periferia, lontano dalla città di celluloide che Veltroni predilige. Traffico completamente paralizzato fino al Raccordo anulare. Pittoreschi gli slogan: «Veltroni sta con Mezzaroma, noi con l’altra Roma, quella dei cittadini che chiedono sicurezza». Con i manifestanti anche parecchi (...)