Periodo d’oro per Hopkins, sarà Hemingway e il dio Odino

Milano È davvero un periodo d’oro per Anthony Hopkins. L’attore inglese, settantunenne, ha accettato il ruolo di Ernest Hemingway nel film che dirigerà Andy Garcia l’estate prossima. Si tratta di Hemingway & Fuentes in cui Garcia sarà il pescatore cubano Gregorio Fuentes, l’uomo da cui lo scrittore americano trasse l’ispirazione per «Il vecchio e il mare». Anche Annette Bening ha annunciato che sarà nel cast, nel ruolo della terza moglie di Hemingway, Mary Welsh. «Sono felice abbia accettato, so che in passato era stato interessato a recitare la parte», ha commentato Garcia definendo Hopkins «uno dei più grandi attori».
Per Sir Hopkins si tratta di un periodo d’oro al cinema. Il premio Oscar (nel 1992, per Il silenzio degli innocenti) è stato infatti ingaggiato anche per la parte di Odino, che nella mitologia nordica è il dio della guerra e della sapienza, in uno dei prossimi kolossal di Hollywood: il Thor tratto dai fumetti della Marvel diretto da Kenneth Branagh.
Garcia lavora da anni al progetto cinematografico, che è nato dalla visione di un documentario su Hemingway e alla cui sceneggiatura ha partecipato anche la nipote dello scrittore, Hilary Hemingway.
Appassionato di pesca, Garcia rivela di accarezzare il progetto da molto tempo e di essere sempre stato affascinato dall’amicizia tra Hemingway e il capitano Fuentes, un uomo di mare «protagonista negli anni ’40 e ’50 delle prime battute di pesca offshore della storia». Hemingway & Fuentes sarà girato in una località caraibica e in un posto simile a Ketchum (Idaho) dove lo scrittore si trasferì suicidandosi poco dopo.