PERIODO DI GARANZIA, CANALE 5 IN TESTA

Manca una quindicina di giorni alla fine del cosiddetto periodo di garanzia (il periodo test durante il quale gli inserzionisti programmano gli investimenti futuri) e si cominciano a tirare le prime somme della stagione. Dal 3 settembre al 17 novembre - nonostante i flop di Circus e La freccia nera - Canale 5 risulta la prima rete italiana in primetime con il 23% di share contro il 22.8 di Raiuno. Per il terzo posto Italia 1 supera di un decimale Raidue (10.8 contro 10.7), mentre Raitre arriva al 9.8% e Retequattro si ferma all’8.2. Con il 43.3%, il totale delle reti dà vincente la Rai su Mediaset (42%). Sul target commerciale (15-64 anni), invece, il vantaggio di Canale 5 su Raiuno e di Italia 1 su Raidue aumenta.
Fazio fa eccezione L’epocale rivoluzione dei palinsesti annunciata dalla Rai sarà solo feriale. Cioè, non varrà nel week end, durante il quale prevarrà la deregulation. Per la verità, su Raitre lo sforamento è già assodato e ora l’eccezione alla svolta lo istituzionalizza, consentendo il sabato e la domenica la messa in onda di Che tempo che fa dalle 20.10 alle 21.30. I dirigenti delle altre reti non l’hanno presa bene. In tema di eccezioni, ne farà una anche Fazio sabato 2 dicembre. La sera dell’ospitata a Celentano, la puntata sarà monografica.
Il Senso di Bonolis fino ad aprile Ma quale «vacanza di dieci mesi»: Paolo Bonolis sospenderà Fattore C l’1 dicembre, ma proseguirà con Il senso della vita fino a fine aprile (da gennaio di lunedì perché il giovedì ci sarà il Grande fratello).
Una Notte con Amanda Dopo averla resuscitata, Antonio Marano è deciso ad allungare la vita de La Grande notte. E se non ci sarà più Afef, come pare, il direttore di Raidue vuole convincere Amanda Lear a tornare con Gene Gnocchi.
Ruffini in prima linea Dopo un autunno griffato Endemol - che pure produrrà il settimo Grande Fratello - la primavera Mediaset sarà più autarchica. Fatma Ruffini, per esempio, firmerà Scherzi a parte per Canale 5, Stranamore per Retequattro e tre sit-com per Italia 1: La strana coppia con Paolo e Luca, Schiller Strasse con Ale & Franz e Love Bugs con una nuova coppia in fase di definizione.
I big disertano Santoro «Ci dispiace, ma proprio giovedì abbiamo un impegno istituzionale...». Suona più o meno così la risposta dei portavoce dei big della politica contattati dalla redazione di Annozero. Dopo l’esordio con Fausto Bertinotti, chez Santoro di numeri uno se ne sono visti pochini. Né D’Alema né Prodi, non Rutelli o Mastella, non Fini né Casini. Preferiscono il più rassicurante Ballarò.
Mimun riforma le Tribune Clemente Mimun, neodirettore della Tsp, vuole dare un’immagine meno barocca dei servizi parlamentari. Saranno ripuliti studi, grafica e sigle della testata che si chiamerà Rai Parlamento, allineandosi a Rai Vaticano e Rai Quirinale.