Perissinotto: «Pronti a crescere in Save-Aeroporto di Venezia»

«Non ci dispiacerebbe aumentare la nostra partecipazione» in Save, la società che gestisce l’aeroporto di Venezia, una possibilità che «valuteremo con gli altri soci». Così Giovanni Perissinotto, amministratore delegato di Assicurazioni Generali, nel corso degli stati generali dell’aeroporto lagunare. «Non ci dispiacerebbe neanche - ha concluso Perissinotto - che arrivassero nuovi soci qualificati». Perissinotto (Assicurazioni Generali con il 5% saranno primo socio industriale dell’aggregato) si è anche soffermato sulla fusione Intesa-Sanpaolo che ha giudicato «molto positiva». «È un’operazione - ha aggiunto - con un un grosso senso industriale». All’orizzonte rimane il confronto sul ricco business della bancassurance tra le stesse Generali, che operano attraverso la joint venture paritetica Intesa Vita, ed Eurizon, il polo del risparmio gestito e previdenziale del Sanpaolo. La soluzione finale potrebbe essere una spartizione della bancassurance. Il quadro sarà chiarito con il piano industriale. Intanto Torino continua a trattare con il Santander che giovedì ha votato contro la fusione.