Perizia psichiatrica per la mamma di Matilda

Il gip di Vercelli ha accolto le richieste di perizia e nominato i periti di accusa e difesa per le ulteriori indagini sulla morte della piccola Matilda di 22 mesi avvenuto lo scorso 2 luglio a Roasio (Vercelli). Reato per cui da giovedì della scorsa settimana è in carcere con l'accusa di omicidio la madre della bimba, Elena Romani di 31 anni. Le perizie, riguardano un nuovo esame sulla salma di Matilda, una perizia psichiatrica sulla donna e una sulle scarpe che sarebbero state indossate per colpire con un calcio mortale la bimba. E ieri i tre esperti della Procura hanno già visto il corpo di Matilda, custodito nelle camere mortuarie dell'ospedale di Vercelli. Si tratta di Mirella Ghirardi di Milano (Gip), Lorenzo Varetto di Torino (difesa) e di Roberto Testi di Torino (procura). Al centro della consulenza c'è proprio l'esame effettuato dallo stesso Testi che ha indotto la procura ad emettere un provvedimento di fermo per omicidio volontario nei confronti di Elena Romani, la madre della piccola, attualmente detenuta nel carcere di Vercelli. I tre esperti hanno anche ispezionato la casa dove è morta la piccola. Si svolgerà, invece, lunedì il primo incontro per la perizia psichiatrica su Elena Romani.