In permesso premio svaligiava appartamenti

Stava scontando una pena di 11 anni e sei mesi per sequestro di persona a scopo di rapina e sfruttamento della prostituzione. Ma nel giugno del 2004 il permesso premio è arrivato come una manna dal cielo, meglio dell’indulto: Arjanit Meta, albanese di 35 anni, non è più rientrato nel carcere di Firenze dove era rinchiuso e ha potuto riprendere le sue attività preferite. Rubare e rapinare. Insieme al fratello e a un altro connazionale si è dato alla razzia nelle ville e negli appartamenti genovesi. Fino a due giorni fa. Quando la banda che ha terrorizzato per settimane molti quartieri cittadini è stata catturata dagli uomini della squadra mobile genovese guidata da Claudio Sanfilippo. I tre malviventi avevano escogitato un sistema ingegnoso: per aprire le porte blindate utilizzavano la stessa chiave lasciata dai proprietari nella toppa, manovrandola dall’esterno. (...)