Perquisiti gli uffici di Stefano Ricucci

Il nucleo valutario della Guardia di finanza ha perquisito gli uffici romani della Magiste. La perquisizione, e la relativa acquisizione di documentazione, è stata disposta dai pm della Procura di Roma, Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli, nell'ambito dell'inchiesta sulla scalata Rcs che vede indagato il patron della Magiste Stefano Ricucci per l'ipotesi di reato di aggiotaggio informativo e ostacolo al mercato. Ricucci era stato sentito lunedì dagli stessi pm nell'ambito della stessa inchiesta. Sono complessivamente cinque gli uffici perquisiti. I finanzieri, secondo quanto si è appreso, cercavano riscontri e documenti relativi sia alla scalata Rcs sia all’inchiesta che vede coinvolto anche l'ex presidente di Confcommercio Sergio Billè. Sarebbero stati acquisiti, infine, riscontri documentali sulla esistenza di conti esteri (in Svizzera) riconducibili al gruppo Magiste.