Il personaggio Sheichenbauer, l’architetto-scrittore

Classe 1931, ancora molto attivo, il suo studio si trova tra viale Majno e corso Indipendenza, Mario Scheichenbauer, genio creativo poliedrico, come molti suoi colleghi si è dedicato anche al designer. Su è infatti la famosa «poltrona Yeti», un divertente ammasso di pelo recentemente posta all’asta con una base di partenza di 5mila euro. Sua grande passione è poi il mare da dove ha tratto ispirazione per impiegare nell’edilizia materiali plastici e sintetici solitamente usati nella realizzazioni di barche. Ma anche per un paio di libri «Alla ricerca del pesce suicida» e «Quattro ragazze in barca. Per non parlare della gatta» in cui raccoglie avventure di mare e di pesca, racconti di viaggio, incontri, vicende e riflessioni accumulati nei tanti anni trascorsi a veleggiare per il mondo.