Il personale sanitario chiede migliori condizioni di lavoro

Questa mattina i lavoratori delle sale operatorie e delle rappresentanze di base del pubblico impiego si radunano davanti al Sant’Eugenio per partecipare a un presidio di protesta. In gioco c’è la vertenza riguardante le condizioni di lavoro del personale sanitario della Rm/c. «La direzione - ha dichiarato un membro del coordinamento RdB - continua a eludere le richieste del personale. Mentre prosegue la ristrutturazione del vecchio ospedale al fine di realizzare sale operatorie a pagamento, in quelle tuttora pubbliche si registra una grave carenza di personale e un’elevata esposizione ai rischi. I percorsi dei rifiuti sanitari continuano a passare infatti dall’unico ingresso esistente, utilizzato sia dai pazienti che per il trasporto di materiale pulito. Inoltre molti infermieri sono costretti a lavorare senza piastrino dosimetrico. E il personale effettua i trapianti di organo in regime di straordinario, spesso dopo ore di servizio sulle spalle e con turni conseguenti da effettuare».