Il personale verrà affiancato dalla polizia municipale per garantire anche protezione contro la crescente microcriminalità che prende di mira i mezzi pubblici Amt, tolleranza zero verso chi viaggia a sbafo Non solo aumentano multe e controllori, ma gli

(...) di una tessera agevolata senza averne diritto. Nel 2005 Amt ha emesso 40 mila abbonamenti agevolati e 10 mila gratuiti, destinati a invalidi, portatori di handicap, persone a basso reddito, studenti, pensionati. Di questi 50 mila, 10 mila persone, pari al 20% ha dichiarato il falso per ottenere lo sconto.
«Per combattere l'evasione dal primo agosto aumenteranno i controlli e l'importo delle sanzioni, per limitare le frodi quest'autunno cambieranno la modalità di presentazione delle richieste e la gestione informatica dei dati» ha aggiunto Guyot, sottolineando l'importanza di prevenire più che sanzionare atteggiamenti scorretti e di dare così un segnale positivo per la clientela onesta.
Nel dettaglio i controllori sui bus, già aumentati da 30 a 94, diventeranno a pieno organico 200, mentre le multe passeranno da 30 a 40 euro se pagate entro tre giorni, da 46,24 a 50 euro se pagate entro 60 giorni, da 92,48 a 100 euro in caso di ingiunzione. Aumenteranno anche le sanzioni per la contraffazione dei titoli di viaggio: da 51 a 100 euro (pagamento entro 3 giorni) da 114,91 a 119,47 (60 giorni), da 229,89 a 239,34 (ingiunzione).
La nuova procedura per ottenere le tessere agevolate prevede invece una biglietteria unica (la centrale di via D'Annunzio), la scannerizzazione dei documenti e l'archiviazione dei dati in un computer, il collegamento con l'anagrafica del Comune con la possibilità di ricercare automaticamente il codice fiscale.
La campagna di comunicazione contro l'evasione, tramite cartelloni affissi nelle sale d'attesa e all'interno dei mezzi, è partita e proseguirà fino a settembre. Nell'ottica di una nuova filosofia di contatto con l'utenza è stata presentata anche la nuova divisa dei controllori (completo antracite, camicia azzurra e cravatta blu) che rende il personale più riconoscibile.
L’affiancamento dei controllori con i vigili urbani, mirata alla lotta alla frode e all’evasione tariffaria, cerca di venire incontro agli utenti dei bus, garantendo con quest’attività congiunta azioni preventive, repressive e informative legate alla microcriminalita, come i borseggi.
La stessa sinergia viene usata per eliminare, per quanto possibile, soste a intralcio sulle linee gialle,e per far controllare gli automobilisti sul rispetto della non percorrenza della corsia preferenziata dei bus. A questo proposito a breve verranno installate quattro telecamere di cui una in via Bobbio, e le altre nel ponente genovese.
Manifesti e pannelli di tipo pubblicitario verranno affissi nelle sale di attese e sulla metropolitana ricordando con garbo e simpatia che per salire sul bus bisogna avere il biglietto.
Sperando che non passino inosservati.