Personalizzare il bastone fa la differenza

Chiara Levantesi

La bravura e la classe di un golfista possono essere innate, o più facilmente acquisite a furia di prove ed allenamenti. Ma per raggiungere ottimi risultati non bastano neanche questi due fattori. Alla fine, la qualità di un giocatore si giudica anche dalla sua sacca. Per scegliere le attrezzature più adeguate alle proprie esigenze, da poche settimane, gli appassionati possono contare su di una nuovissima società che si chiama: «Hole in One Italia» con sede a Stresa (VB). Il compito di «Hole in One Italia» è quello di aiutare chiunque pratichi il green (bambini compresi), a fare una scelta mirata dei bastoni e a fornire tutto il supporto tecnico necessario. La personalizzazione dei bastoni è un trend già affermato nei mercati Usa, terra che vanta il maggior numero di golfisti nel mondo, ma in Italia per ora rappresenta una grande novità. La società distribuisce sia i prodotti più tradizionali come Silver Diamond, sia i più innovativi come Alpha Golf, molto noti negli Stati Uniti perché legati al circuito LDA - Long Drivers of America - e per la presenza crescente nei Tour professionistici. Il tutto garantendo un'elevata qualità e offerte concorrenziali nel costo.
Da qualche mese, «Hole in One» è presente con i suoi «Demo Day» su molti circuiti italiani e in queste occasioni i tecnici forniscono in prova, dopo aver fatto una valutazione personalizzata delle caratteristiche fisiche e tecniche di ciascuno, alcuni dei prodotti leader e spiegano come un buon driver, se personalizzato, possa consentire di raggiungere distanze impensabili o creare la massima velocità di palla all'impatto. È fondamentale avere un'attrezzatura adatta al proprio fisico e movimento, perché ogni golfista è diverso dall'altro ed infinite sono le variabili che intervengono sulla resa dei bastoni da golf. Occorre controllare la flessibilità dello «shaft» in relazione alla velocità dello «swing», gli angoli del «lie» e del «loft», la dimensione del «grip», il peso, la lunghezza, il giusto bilanciamento o «swingweight» ed altro ancora. Per fornire il massimo della professionalità in questo settore, la «Hole in One Italia» ha un suo laboratorio tecnico attrezzato con strumentazioni che hanno le stesse caratteristiche di quelle utilizzate nei Tour professionistici.