«Le persone si scoprono con i colori»

Alessia Marcuzzi ha diffuso sul web la «politica» del disegno: «Si possono conoscere i lati poco noti del nostro carattere»

È una delle donne di spettacolo più amate e popolari in Italia. Ma da qualche anno ha scoperto una nuova passione: il web. Così nel 2012 Alessia Marcuzzi ha aperto il suo blog La Pinella, che in poco tempo è diventato uno dei più seguiti. Da allora la conduttrice non si è più fermata: prima ha pubblicato un libro dedicato all'Art Therapy che ha lanciato proprio attraverso la Rete, poi ha lanciato la sua prima app di viaggi. Così ha scoperto che internet può diventare un sistema nuovo per permettere a tanta gente di incontrarsi. «Sono stata una delle prime showgirl italiane a creare un blog racconta -. L'ho chiamato La Pinella perché gioco a burraco e quella carta rappresenta il jolly. L'idea è nata quando, dopo la seconda gravidanza, in tv ho cominciato a indossare abiti low cost, visto che le taglie del campionario ancora non andavano bene. Lì ho capito che sarebbe stato bello raccontare alle mie fan come li sceglievo, dando loro la possibilità di acquistarli il giorno dopo». Il passo successivo è stato puntare sull'Art Therapy, ovvero il fenomeno partito dagli Stati Uniti che combatte lo stress attraverso il disegno. O meglio, il colorare in gruppo. Così è nato La Pinella a colori, l'album che Alessia ha fatto conoscere a tantissima gente proprio attraverso il web. «L'Art Therapy funziona come antidoto contro lo stress dice -. Va benissimo quando lo si fa insieme, in gruppo. Ma anche se si sceglie di dedicarsi qualche minuto al giorno in perfetta solitudine, come di solito faccio io. Anche se ultimamente la mia figlioletta Mia si è appassionata e passiamo molto tempo a divertirci insieme con i pennarelli, ognuna china sul proprio album». L'Art Therapy raggiunge anche un altro obiettivo: permette di conoscere meglio le persone più care. «In effetti la cosa più bella è che colorando con le proprie amiche è possibile scoprire tratti sconosciuti del loro carattere conferma -. Ci sono persone ultra precise, che non escono mai dai bordi. Come una mia carissima amica, decisamente ordinata. E persone come me, che esprimono il loro spirito vulcanico scegliendo colori accesi e magari colorando in modo più improvvisato».La vita social di Alessia però non finisce qui. Proprio attraverso il suo blog ha permesso a tantissime fan di conoscersi nella vita reale, e di stringere rapporti di amicizia profondi. «Attraverso il mio La Pinella mantengo un filo diretto con i miei follower conclude -, spesso organizziamo cene insieme e ci vediamo. Ma c'è di più: con Facebook ho scoperto che proprio attraverso le mie pagine web molte fan si sono conosciute e sono diventate amiche. Davvero una grande soddisfazione». DU