Perugia: Amanda sfoggia maglia con frase Beatles: "All you need is love"

Maglietta bianca con la scritta &quot;All you need is love&quot; in grandi caratteri rossi sotto a un giacchetto viola, questa la mise Amanda Knox alla ripresa del processo davanti alla Corte d’assise di Perugia per l’omicidio di Meredith Kercher<br />

Perugia - Si è conclusa con le testimonianze di Stefano Bonassi, e Giacomo Silenzi, i due ragazzi che occupavano l’appartamento al piano di sotto del casolare di via Della Pergola, l’udienza di oggi davanti alla corte d’Assise di Perugia per l’omicidio di Meredith Kercher. L’udienza è stata quindi rinviata al 27 febbraio prossimo quando ad essere sentiti in aula saranno gli investigatori della squadra mobile che hanno svolto le indagini. Prima di lasciare l’aula Amanda Knox ha voluto lasciare dichiarazioni spontanee nelle quali si è detta "dispiaciuta" di quello che ha sentito in aula dalle sue coinquiline in merito ai dissapori relativi alle pulizie della casa.

Amanda in love
Si è presentata in aula con una maglietta bianca con la scritta "All you need is love", uno dei motivi più celebri dei Beatles, a grandi caratteri rossi sotto a un giacchetto viola Amanda Knox alla ripresa del processo davanti alla Corte d’assise di Perugia per l’omicidio di Meredith Kercher. Sorridente, capelli raccolti, ha rivolto un cenno di saluto al padre Curt. In aula anche l’altro imputato, Raffaele Sollecito. L’udienza si è aperta con la deposizione di Laura Mezzetti, una delle coinquiline italiane della Knox e della Kercher.

Arrestato un testimone Uno dei testimoni del processo per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher a Perugia, l’albanese Hekuran Kokomani, è stato arrestato ieri sera durante una operazione antidroga condotta dai carabinieri. Lo hanno riferito fonti investigative, aggiungendo che nell’abitazione dell’uomo sono stati trovati alcuni grammi di cocaina. Droga che Kokomani, secondo quanto riferito dal suo avvocato Antonio Aiello, sostiene non essere sua. Oggi intanto, all’udienza in corte d’Assise, per il processo contro Amanda Knox e Raffaele Sollecito, sarà ascoltato Giacomo Silenzi, il fidanzato di Meredith. Nell’udienza di ieri le amiche inglesi di Meredith hanno tracciato un profilo negativo di Amanda, che deriva soprattutto dai racconti che la stessa Meredith faceva alle compagne di studio in Italia, definendola una coinquilina poco rispettosa delle regole di casa e dell’igiene.