A Perugia Il procuratore di Roma sentito come teste

Il procuratore della Repubblica di Roma Giovanni Ferrara è stato sentito ieri mattina dai pm di Perugia titolari dell’inchiesta sui cosiddetti Grandi eventi. La deposizione è durata circa due ore. Ferrara è stato sentito come persona informata dei fatti dai pm perugini Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi, titolari del fascicolo insieme al procuratore aggiunto Federico Centrone. In ambienti giudiziari viene confermata la competenza delle Procura di Perugia sulle indagini sugli appalti per i grandi eventi condotte finora dai pm di Roma e Firenze. Il fascicolo è giunto a Perugia in seguito al coinvolgimento dell’ex procuratore di Roma Achille Toro, indagato per corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento.