Perugia, uccide un uomo Poi si barrica in casa: catturato dopo un blitz

Un uomo ucciso ieri sera. Ora il presunto assassino è barricato nella sua abitazione nel centro di Città di Castello. I carabinieri hanno circondato la casa e, in un blitz, hanno arrestato l'uomo

Perugia - I carabinieri intorno alla casa cercano di farlo ragionare. Dentro: un cittadino sudafricano di circa 30 anni che, dopo aver ammazzato ieri sera un coetaneo polacco, si sarebbe barricato in casa. Tre, lunghe ore di paura a Città di Castello (in provincia di Perugia), dove l'assassino è stato arrestato solo dopo il blitz dei carabinieri.

Barricato in casa Un uomo è stato ucciso probabilmente nella tarda serata di ieri a Città di Castello. Il presunto assassino si è, poi, barricato nella propria abitazione di Città di Castello circondata dai carabinieri. Secondo le prime informazioni la vittima è un polacco di circa 30 anni con regolare permesso di soggiorno. Il suo presunto assassino è invece un sudafricano, anche lui di circa 30 anni. I carabinieri dopo le prime indagini lo hanno rintracciato nella sua abitazione di Città di Castello ma lo straniero si è barricato in casa. Immediato l'intervento dei militari che, dopo aver circondato l'abitazione, sono intervenuti con un blitz.

L'irruzione dei carabinieri I carabinieri hanno deciso di fare irruzione dopo che tutti i tentativi per convincere lo straniero ad uscire erano risultati vani. Quando l’uomo barricato in casa si è accorto che i militari stavano entrando nella abitazione, è arretrato, e a quel punto avrebbe esploso in successione diversi colpi di pistola. Uno dei militari del Gis sarebbe stato ferito di striscio al volto. Testimoni hanno riferito che quando è stato portato via in ambulanza appariva lucido e parlava con i colleghi ed il personale medico.