Perugina, il giro del mondo in un secolo di dolci Baci

Presentata a Milano la mostra Cento anni di gusto

«Lo sapevate che mettendo in fila i Baci Perugina prodotti dal 1922 fino ad oggi, 85 anni di attività, si può fare cinque volte il giro del mondo?». Daria Bignardi ha posto la domanda a bruciapelo. E le facce improvvisamente serie e pensose dei presenti erano quelle di chi stava facendo un calcolo conoscendo le dimensioni della circonferenza del pianeta come i metri quadrati di casa sua.
È partita da Milano la festa «Cento anni di arte del gusto». Ed è stato il mitico cioccolatino tondeggiante (il suo particolare aspetto, simile a quello di un pugno, ne suggerì il primo nome: cazzotto) farcito con gianduia, granella di nocciole e ricoperto di delizioso cioccolato fondente a tenere banco come simbolo dell'Italia.
La Perugina compie un secolo. E ad augurarle buon compleanno, l'altra sera a Milano, c'erano l'attrice Claudia Gerini (una delle sue prime esperienze sul set fu proprio la pubblicità dei Baci Perugina, nel 1986), la comica Teresa Mannino e la psicoterapeuta Katia Vignoli. Cioccolatini davvero speciali i Baci: per loro Federico Seneca, allora il creativo di Perugina - convinto che a quel cioccolatino «mancasse solo la parola» - creò la velina che abbraccia il cartiglio e riporta citazioni di autori, «parole giuste da dire al momento giusto» che si rinnovano con il passare degli anni.
La storia di questo cioccolatino, poi, anche quella delle sue bellissime pubblicità, come quella con Frank Sinatra, la dice lunga. Il 26 settembre durante la sua visita allo stabilimento di San Sisto Giorgio Napoletano li ha definiti «un'icona. Un prodotto che ha oltrepassato i confini nazionali e sono testimonianza della creatività, della passione e della competenza tutte italiane. Un vero esempio del Made in Italy». Ma già nel 1923, con una dedica autografa Benito Mussolini riportava: «...vi dico, e vi autorizzo a ripeterlo che il vostro cioccolato è veramente squisito!». Ad anticipare tutti però fu Gabriele D'Annunzio. Che, nel ringraziare in una lettera Giovanni Buitoni per un omaggio da lui ricevuto, recita: «Come io ammiri l'eleganza ornativa e la incomparabile squisitezza di quel che le preziose custodie contengono».
Ed è sempre da Milano che, per celebrare la festa dell'azienda e dei Baci, Perugina ha fatto partire un tour denominato «100 anni, 100 città» che porterà il piacere del cioccolato attraverso tutta l'Italia. Un camper (che sosterà in città, in piazzale Cadorna, ancora per tutta la giornata di oggi e partirà domani per Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni) che offrirà alla gente la possibilità di salire a visitare e degustare i prodotti Perugina.