Pesanti i titoli minerari

La nuova crisi borsistica internazionale, provocata dai rigurgiti dei prestiti subprime, ha investito New York e, di riflesso, le Borse europee. Maggiormente penalizzata Londra (meno 2,7%) trascinata al ribasso da Northern Rock, che perde un altro 20%; a Zurigo Swiss Re cede intorno al 4% e Ubs il 4,6%. Tra i settori europei più penalizzati, quello dei minerari registra il crollo di oltre il 7% per Antofagasta e Anglo American, ma arretrano anche i petroliferi, con Bp che accusa una flessione del 2,5%. Pesanti i titoli dell’auto, dove a Francoforte Porsche arretra del 7,5% e Volkswagen del 3,6%; a Parigi Peugeot cede il 5,5% e Renault il 3,5%. Vendite sui titoli dei grandi magazzini hanno colpito a Londra il titolo Kingfisher (meno 7,7%).