Pesaroedintorni, 7 giorni per scoprire le Marche

È uno degli angoli più belli d'Italia, lo sarà ancora maggiormente nel prossimo mese di giugno, quando sarà teatro della prima vera «vacanza del podista». È così che gli organizzatori della Polisportiva Ciser intendono la prima edizione della «Pesaroedintorni», corsa a tappe in programma dall'11 al 17 giugno.
Non la solita corsa a tappe perché, grazie ad un accordo con le Amministrazioni locali, si trasformerà in un vero e proprio itinerario turistico nel cuore delle Marche, una regione tutta da vedere. Una manifestazione pensata per gli atleti certo, ma molto di più. Perché il programma, gara a parte, è aperto a tutti, anche agli accompagnatori e a quelli che vorranno semplicemente concedersi una settimana di svago alla (ri)scoperta della provincia di Pesaro e Urbino e del suo circondario. L'organizzazione sta lavorando per allestire un programma ricchissimo, senza pause, in grado di accontentare gli interessi di tutti. Può sembrare strano parlare di relax quando si tratta di un appuntamento podistico, e quindi agonistico, ma la «Pesaroedintorni» vuole essere di più: una vera festa popolare, ricca di divertimento e di svago. Dopo la serata inaugurale, con tanto di festa e spettacolo, i partecipanti troveranno sistemazione negli alberghi che li ospiteranno per tutta la settimana. La quota di partecipazione prevede la pensione completa, in hotel Tre stelle-Turismo. Dal 12 il programma entrerà nel vivo. A quelli che preferiscono la vita di mare, le spiagge di Gabicce, Pesaro e Fano, le tre località scelte per ospitare i partecipanti, offriranno la loro accoglienza e le loro strutture per tutte le mattine e i pomeriggi dal 12 al 16 giugno.
Per chi vorrà invece approfondire la conoscenza del territorio marchigiano, e non solo, sono previste diverse escursioni organizzate, da pagare a parte. A cominciare da San Marino, la Repubblica più piccola del mondo, con il suo caratteristico centro storico che domina il Monte Titano, la sue Rocche e le sue Torri.
Seguiranno mete suggestive, ancorché non sempre conosciute ai più. Come San Leo, con il Forte Rinascimentale, la Pieve e il Duomo, o ancora il Palazzo Mediceo. O come Gradara, sede di partenza della prima tappa, ma soprattutto della Festa Medievale in programma giovedì 15: è il luogo dove si consumò lo sfortunato amore tra Paolo e Francesca, ricordàti da Dante nel suo «Inferno». Gradara sarà anche la sede, giovedì 15 unica giornata di riposo, della suggestiva Festa Medievale con pranzo in loco. Altre escursioni previste dal programma saranno quelle a Urbino, con i suoi splendidi palazzi e le chiese rinascimentali, e alle Grotte di Frasassi. Inoltre alcune delle tappe attraverseranno il Parco Naturale di San Bartolo, il cuore verde che circonda Pesaro. Una successione di colline parallele alla costa che vanno da Gabicce a Pesaro, ricchissimo di flora e di fauna, il Parco è altrettanto ricco di testimonianze storiche tutte da scoprire, come la Chiesa di Santa Marina, il sito archeologico di Colombarone, oltre a Villa Caprile e Villa Imperiale. La gara prevede quattro frazioni serali, quelle da Gradara a Gabicce, da Gabicce a Casteldimezzo, da Fiorenzuola a Pesaro e da Pesaro a Fano, più un'ultima nella mattinata di sabato 17, da Fano a Pesaro. Frazioni corte, ma impegnative, ideali per una corsa a tappe che si rispetti. Le categorie previste sono Assoluti Maschile, TM, MM35, MM45, MM55, MM60, MM65; Assoluti Femminile, TF, MF35, MF45, MF55, MF60.
Le premiazioni meritano un capitolo a parte. Si svolgeranno infatti all'interno dello spettacolo che ogni sera, a cominciare da quella inaugurale, animerà la parte conclusiva delle giornate. Chi volesse ulteriori informazioni potrà consultare il sito internet della manifestazione, www.pesaroedintorni.com