Pesce fresco: spiedino tour per buongustai

Gustosi, facili, perfetti con una birra ghiacciata o un calice di vino bianco. Cotti alla griglia o al «focone», gli spiedini romagnoli sono anche da asporto. Anzi, da passeggio. Come quelli del Kalamaro di Riccione, affacciato sul porto canale, fusione tra ristorazione alternativa e veloce. Da non perdere Gher, sul molo, dove negli anni '50 è nata la cottura con i foconi, infilando i bastoncini di legno con seppie, calamari, gamberi, sardoncini in fornelli rialzati pieni di sabbia, con brace e rametti di tamerice. A Rimini, affacciato sul lungomare, c'è Il Martin Pescatore: cucina a vista, panche e tavoli in legno, e spiedini di gamberi, calamari, seppioline (ma anche insalate di mare e fritture) accompagnati dall'immancabile piadina romagnola. La tradizione abita anche da Ciro, a Cesenatico, una friggitoria (con ristorante sul retro) sulla Vena Mazzarini che dal porto canale s'inoltra in direzione sud. Da non perdere gli spiedini, il pesce al cartoccio e le fritture da asporto di Zia Giuditta, a due passi dalla spiaggia di Cesenatico, che propone anche saporiti primi piatti. E per finire: da Irma e Pino, a Marina di Ravenna il ristorante è proprio sul molo e gli spiedini possono essere mangiati ai tavolini esterni o nel giardino predisposto per il «cartoccio». Info: www.adriacoast.com