Pesce di frodo ai bisognosi

Il pesce pescato di frodo e sequestrato dalla polizia finirà sulle tavole di chi ha più bisogno. La questura ha infatti donato ieri circa mezzo quintale di pesce fresco al servizio «Roma non spreca piattaforma alimentare della solidarietà» del Comune. Il pesce, frutto di un sequestro compiuto nell’ambito di operazioni di contrasto alla pesca di frodo nelle acque antistanti Fiumicino, è stato indirizzato dal servizio comunale al «Villaggio della solidarietà e della speranza», struttura di accoglienza per bambini in difficoltà gestita da suor Paola. È la quarta volta negli ultimi due mesi che la piattaforma alimentare del Comune riceve donazioni da parte della questura: ad oggi ammonta a circa due quintali il pescato distribuito a scrittura di accoglienza e mense della città. L’obiettivo della piattaforma alimentare è quello di recuperare i prodotti invenduti per sostenere il circuito della solidarietà.