Pescheria Spadari, sushi e piatti pronti nel tempio del mare

Crudo e ora pure cotto: dall’apertura nel 1933 il pesce della Pescheria Spadari in via Spadari, 02-878250, pescheriaspadari.it, è fresco, in bella mostra per essere pulito, impacchettato e portato a casa. E da poco squisite novità: vengono proposti non solo sushi e sashini, prepazioni giapponesi che ormai fanno parte del panorama culinario milanese, ma anche diversi piatto pronti da portare in ufficio nella pausa pranzo o a casa.
L’idea è venuta a Giovanna Grampa, la terza e bella generazione alla guida di una pescheria che adesso ha in Francesco Perino un nuovo volto, quello di un cuoco ligure pronto a cucinare per chi vuole togliersi la voglia di mare e non ha tempo e probabilmente nemmeno l’estro per cucinare di persona. Un festival pescioloso: lasagne, zuppe di pesce, paella, fritture miste, piovra in insalata con patate, calamari ripieni. Una curiosità: quando Giovanna vuole mangiare pesce al ristorante, sceglie il Porto in piazza Cantore, 02-89407425.